2 aprile 2010

La pastiera (3)

Buona Pasqua a tutti!!!

Terza versione della pastiera, e direi che è la migliore finora.
Le precedenti erano queste:
La prima con margarina nella frolla (ero ancora in erba eheh)
- La seconda, "rivisitata" più morbida e leggera

Questa è perfetta, un giusto compromesso tra qualcosa di strettamente macrobiotico e qualcosa di più peccaminoso!
E' moooolto consistente percui andateci piano, e poi più rimane lì e più diventa buona!! Se dovete servirla a Pasqua preparatela oggi! Anzi, siete già in ritardo!

Per la frolla:
150 gr farina semintegrale
150 gr farina di riso
100 gr farina di mandorle (o mandorle tritate)
5 cucchiai di olio di mais
50 gr zucchero integrale di canna (in alternativa 100 gr malto)
buccia di 1 limone bio
latte di riso q.b.
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
1 panetto di tofu (circa 150gr)
100 gr farro perlato
300 ml latte di riso
50 gr tra uvette e albicocche secche tritate
20 gr canditi (giusto per dare un pò di colore)
1 cucchiaio colmo di malto
buccia di 1 limone bio
buccia d 1 arancia bio (in alternativa aroma di arancia possibilmente naturale)
1 cucchiaino di vaniglia
1 cucchiaino di cannella in polvere

Allora, come prima cosa bisogna mettere a bagno il farro per una notte. La mattina cuocete il farro nel latte di riso (rapporto 1:3) con la scorza del limone a pezzetti, per circa 15 minuti finchè il farro avrà assorbito tutto il latte. Aggiungete infine la vaniglia e la cannella.
Fate raffreddare completamente. Nel frattempo preparate la frolla con il solito procedimento: prima tutti gli ingredienti secchi, quindi farine, mandorle, bicarbonato, zucchero e sale. Aggiungete poi l'olio e "sfarinate" bene con le mani. Con il latte bagnate l'impasto fino ad ottenere la consistenza della frolla. Lasciatela riposare in frigo almeno una mezz'ora, mentre terminate di preparare il resto.
Ammollate le uvette e le albicocche in poca acqua calda.
Sbollentate il tofu in acqua per qualche minuto poi frullatelo con 1 cucchiaio di malto e un pò di latte di riso. Frullate a lungo per ottenere una crema densa. Unitela poi al farro cotto e aggiungete i canditi, l'aroma di arancia (o la buccia grattuggiata) e le uvette e albicocche strizzate dall'acqua di ammollo.
Mescolate bene la farcitura.
Riprendete la frolla e stendetene i 2/3, foderate una tortiera con carta da forno e adagiate l'impasto premendo bene sui bordi e bucando la pasta con una forchetta. Togliete l'eventuale pasta in eccesso.
Disponete ora il ripieno all'interno della torta e con la rimanente pasta fate delle strisce o delle decorazioni a vostro piacimento (magari a forma di colomba o di ovetto).
Cuocete per 30-40 minuti a 180° e poi lasciatela riposare almeno una giornata intera prima di azzannarla!!

Vi consiglio di provarla perchè è una favola!!!!

3 commenti:

marta ha detto...

ma che brava...un giorno o l'altro dovrò provare a fare la pastiera....una domanda ma si può usare il chicco di farro non perlato? grazie.
Buona Pasqua
Marta

LaGolosastra ha detto...

ho un'acquolina che non ti posso spiegare! Che buona, caspita!
Da copiare anche 'fuoristagione'!
Auguri di Buona Pasqua!

Lótë ha detto...

mi ispira tanto:)