1 febbraio 2009

Corso di cucina Fibra – Prima puntata

Ecco cominciato il corso di cucina vegana! Sono entusiasta di ospitare il "diario del corso" qui sul blog, speriamo che possa darvi tanti spunti e tanta voglia di cucinare!
E’ ancora in fase di allestimento la vera pagina introduttiva del corso, per il momento ogni Lunedì troverete il post relativo all’incontro del Lunedì precedente.

Il Trio
Ai fornelli in cattedra ci sono:

Greta: Lo chef di Fibra! Dopo tanti ricettari verbali caotici, finalmente il nero su bianco che svela i segreti della cucina vegana.

Vale: Dopo il Veganch’io e l’allenamento “quasi quotidiano” con il blog Piccole Magie Vegan, ogni Lunedì a Vimercate incontra la sua sapienza culinaria con quella di Greta e di Anna.

Anna: L’esperienza vegana di Greta e di Vale si arricchisce della cucina di Anna, la colonna macrobiotica del corso.

Il menu della prima puntata
Dopo le presentazioni, le iscrizioni e lo scambio di e-mail accompagnate da una confortante tazza di thè bancha, il trio inizia a spignattare spiegando ingredienti e ricette…
Qui nel blog trovate ingredienti e dosi per 4 persone tenendo presente che le materie prime utilizzate provengono da agricoltura biologica.

VELLUTATA DI ZUCCA con cavoletti, semi tostati e tekka

Ingredienti:
Mezza zucca;
Un quarto di cipolla;
Due cucchiai di farina di riso;
Olio di sesamo per soffriggere la cipolla;
Due cucchiai di semi di girasole tostati;
Sale marino integrale o himalayano q.b.;
Tekka (opzionale);

Cavoletti al vapore cotti al dente;
Zenzero fresco;
Aglio in padella;
Olio e.v.o. per saltare;
sale o tamari q.b.;


Per la vellutata:
Cuocete la zucca ridotta in pezzi senza buccia in acqua salata finchè non risulta morbidissima; se anche si dovesse scuocere non preoccupatevi perché poi andrà frullata.
Soffriggete a parte la cipolla in un paio di cucchiai di olio di sesamo finchè non diventa dorata.
In un’altra padella abbastanza grande tostate a secco i semi di girasole: sono pronti quando sprigionano un aroma di tostatura e cominciano a scoppiettare. Aggiungere direttamente nella pentola della zucca i due cucchiai di farina di riso, metà dei semi di girasole e la cipolla dorata e frullate con un frullatore a immersione, evitando che rimangano grumi di farina. Rimettete il tutto sul fuoco a fiamma bassa per far addensare fino a che non comincerà a sobbollire. A questo punto la vellutata è pronta. Servitela con una spolverata di tekka e l’altra metà dei semi di girasole ed eventualmente aggiustate di sale.

Per i cavoletti:

Noi abbiamo pensato di abbinare l’amaro dei cavoletti al dolce della zucca; in aggiunta ai semi e alla tekka, abbiamo completato la vellutata con i cavoletti.
Cuocete i cavoletti al vapore per poi saltarli in una padella in cui avete grattugiato dello zenzero fresco e soffritto uno spicchio di aglio. Aggiungete sale o tamari.




Crackers di grano saraceno e sesamo (per accompagnare la vellutata)

Ingredienti:
Due parti di farina di grano saraceno;
Una di farina di farro integrale;
Una di sesamo tostato;
Una di acqua;
Mezza di olio e.v.o.;
Un cucchiaino di sale;

Preparazione:
Mescolate in una terrina tutti gli ingredienti lavorandoli con le dita finchè otterrete un impasto omogeneo. Stendete la pasta su un piano di lavoro infarinato utilizzando un matterello cercando di ottenere uno spessore uniforme di circa 3 mm. Durante questo procedimento dovete stare attenti all’impasto che tende ad appiccicarsi alle mani e a rompersi durante la stesura.
Formate dei rettangoli utilizzando un coltello e riponeteli in una teglia foderata con carta da forno. Infornate per circa 10 minuti a 180°.

Crocchette di ceci

Ingredienti:
200 gr Ceci cotti a pressione con alga kombu;
Pangrattato q.b.;
Erbe aromatiche a piacere;
Sale q.b.;
Una manciata di olive verdi spezzettate grossolanamente;
Latte vegetale q.b.;
Olio e semini papavero (o di sesamo);
Lievito alimentare in scaglie (facoltativo);

Preparazione:
Sminuzzate con le mani i ceci cotti in una terrina o, se preferite, frullateli per ottenere un composto omogeneo. Aggiungete le erbe, le olive, il sale e continuate ad impastare. Incorporate al composto circa una tazza di latte e correggete man mano con il pangrattato affinché l’impasto risulti morbido…insomma “polpettabile”. Cospargete la superficie delle polpette con dell’olio aiutandovi con le mani o con un pennello da cucina per poi rotolarle in una ciotolina in cui avrete riposto i semi di papavero.
Mettete in forno ben caldo a dorare per qualche minuto.
Se tolte dal forno molto calde, le polpette tendono a rompersi. Noi le abbiamo mangiate tiepide insieme a della scarola appassita in padella con olio e tamari.



Tutti al lavoro!!







…nella prossima puntata:

Ravioli di tofu e spinaci;
Patè di alghe;
Coste gratinate con besciamella;

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Siete grandi! Nei crackers:andate a volume, ok, ma 'un cucchiaino sale' a che volume è riferito?io sono una frana a salare...grazie,anna

Anonimo ha detto...

wow!! Detto, fatto! manco il tempo di arrivarci, sul sito!!
ma che bello che è, ma che bella che sei...ma che bello tutto!! e tutte quelle gentil donzelle, da dove arrivano??? racconta un pò!!
kiss
by fibra-supporter

ProspettiveCreative ha detto...

Questo proprio non me lo perdo!!
Bravissime e...grazie per gli spunti :o)

Magie Vegan ha detto...

@anna: nel crackers usa pure un cucchiaino per le dosi che abbiamo messo nella ricetta! Diciamo un cucchiaino da caffè non strapieno! poi va un pò a gusti!

@fibra supporter: qui parli a tre persone, a chi ti riferisci?! =D Immagino alla Greta!!

@Prospettive: prego!Continua a seguirci!!

Yrouel aka Goofy Cloudy ha detto...

che bello, mi piacerebbe un sacco seguire un corso del genere...

tippitappi ha detto...

ma che fantastica idea!

greta fibra ha detto...

finalmente riesco ad intervenire..!
ieri sera, dopo aver bidonato lun edì scorso causa neve, abbiamo fatto tante cosine buone... alla prossima puntata!!
(grazie tippitappi, mi onora il tuo complimento!!)

Magie Vegan ha detto...

Esatto!! Presto troverete altre succulente ricettine...ma oggi ricordatevi di prendere il Giornale di Vimercate...perchè...ci siamo su noi!!! =)