17 aprile 2011

Pastiera...e 4!


Anche quest'anno è quasi Pasqua e questo significa pastiera!
Venerdì sera crollavo dal sonno...ho studiato fino a mezzanotte ma non ho combinato gran che, ogni tanto mi risvegliavo con l'evidenziatore aperto in mano...così all'aria. Percui ho deciso di concludere qualcosa prima di andare a dormire, per avere anche un contentino l'indomani mattina a colazione.
Avevo ovviamente già programmato di fare la pastiera e tutti gli ingredienti erano pronti in casa. E così è stato!
Frolla, ripieno, infornata...nel frattempo mi sono preparata per andare a dormire e al mio ritorno la torta era in forno bella dorata...praticamente si è fatta da sola, non me ne sono nemmeno accorta. Bah! Ed è venuta veramente buona!! Ci sono altre versioni di pastiera su questo blog (l'ultima) però mi piace provare sempre nuove ricette per migliorare il risultato...e questa è uno spettacolo!
Buon appetito e buona Pasqua a tutti! :-)

FROLLA:
300 gr farina (150 integrale 150 tipo "0")
50 gr farina di mandorle
50 ml olio di mais bio
50 gr zucchero di canna
1 cucchiaino di bicarbonato
scorza grattuggiata di 1 limone
pizzico di sale

RIPIENO:
150 gr grano cotto
50 gr tofu vellutato
100 ml latte di soia per il ripieno (più altri 100 ml circa per l'impasto)
2 cucchiai di malto di riso o orzo
1 cucchiaio di farina "0" (per legare un pò)
1 cucchiaio di crema di mandorle bianca
1 manciata di cedrini (facoltativo, vanno meglio uvette e albicocche secche. sono meno chimiche!)
buccia di 1 arancia bio
1/2 bacca di vaniglia

PREPARAZIONE:
Preparare la frolla come al solito. Vedi qui, il procedimento è lo stesso, solo che al posto del malto avete lo zucchero e al posto del succo di mela avete il latte di soia.
In un pentolino mettete il grano cotto col latte di soia, la vaniglia e il malto. Portate a bollore e vedrete che il composto diventerà cremosino. A questo punto togliete la bacca di vaniglia (raschiate la parte interna e aggiungetela alla cremina, così la vaniglia si sentirà meglio) e mettetelo in una ciotola. Aggiungete il tofu vellutato, i cedrini, la crema di mandorle, la farina, la buccia di arancia bio.
Mescolate tutto bene, soprattutto il tofu che deve ridursi in poltiglia.
Stendete la base della torta e bucherellatela sul fondo. Tenete da parte un pò di impasto per le listarelle decorative. Mettete al centro l'impasto, coprite con qualche listarella e infornate 30 minuti a 180-190 gradi.
Meglio farla riposare almeno 12 ore prima di mangiarla (24 sarebbe meglio) perchè migliora!

6 commenti:

greta ha detto...

bentornata cara!!
pastiera yum yum...
io mi sono data alla cheesecake, con yogurt di soia ovviamente!
non studiare troppo.

.B. ha detto...

hai fatto bene a postarla perchè le precedenti non me le ricordavo e la pastiera io la amo proprio ^^

buona continuazione per i tuoi studi :)
Bibi

chicca66 ha detto...

Devo decidermi a provare a farla mi ispira tantissimo :-) Non ho mai assaggiato quella onnivora ma questa vorrei proprio farla!

Eruru ha detto...

Ciao ti seguo da un po', trovo che le le tue ricette siano molto appetitose! Avrei una piccola domanda,in molte tue preparazioni usi il succo di mela che vendono anche al super(mi riferisco al succo 100%), e trovo solo brick di 2 litri! ma quello che mi avanza lo posso congelare a cubetti?secondo te si mantiene bene?
ciao e grazie della risposta!

Magie Vegan ha detto...

Ciao Eruru, non penso ci siano problemi a congelare il succo di mela!! Ho provato anche io a congelarlo quando rischiavo di farlo andare a male!
Io comunque di solito prendo quello bio dell'esselunga che è in vetro ed è da 75 Cl.
Altrimenti potresti prendere il concentrato di mela e diluirlo quando serve!

sergio ha detto...

Carissimo/a
Sto aggiornando l’elenco dei food blog italiani
Mi piacerebbe sapere:
In che anno hai aperto il blog
Possibilmente la tua città e provincia.

Grazie
Puoi comunicarmelo al seguente link (se vuoi)

http://griglia-e-pestello.blogspot.com/p/food-blog-italiani.html


sergio.