25 luglio 2007

Spirale di pane alle mele, fichi e uvetta


Eccomi! Ho fatto un secondo tentativo di spirale di pane, per trovare un ripieno che le si addicesse meglio...e credo proprio di averlo trovato! Nella prima versione avevo fatto un ripieno di marmellata di albicocche e crema di nocciole, ma non mi aveva soddisfatto. In questo secondo tentativo ho provato a utilizzare come ripieno la crema di questa torta...insomma, un bel miscuglio di ricette! Il risultato però è stato ottimo e comincio a non odiare più la mia pasta madre...poverina, tra qualche giorno parto...speriamo che sopravviva!!

Ingredienti per la pasta:
300 gr farina tipo 2 ( o metà integrale e metà tipo 2)
150 gr pasta madre attiva
1 cucchiaio scarso di sale
2 o 3 cucchiai di olio e.v.o. ( a seconda della consistenza del vostro impasto)
1 cucchiaio scarso di cremor tartaro
acqua q.b.

Ingredienti per il ripieno:
2 mele
3 o 4 fichi secchi
1 cucchiaio di sciroppo d'acero (o malto)
1 cucchiaio di marsala
1 cucchiaio di cannella
succo di limone
1 manciata di uvette

Preparazione:
Sciogliete la pasta madre in un pò di acqua tiepida, impastatela con la farina, il cremor tartaro e il sale fino ad ottenere una pasta liscia che metterete a lievitare in un posticino al calduccio per almeno 4 ore ( con questo caldo i tempi di lievitazione si dimezzano!).
Preparate il ripieno che andrà lasciato macerare in frigo per alcune ore. Grattuggiate le due mele, tritate i fichi secchi ammorbidendoli con un pò di acqua. Mescolate mele e fichi in una terrina aggiungendo il succo di limone, lo sciroppo d'acero, la cannella e il marsala. Coprite la terrina e lasciate in frigo a riposare. A parte ammollate le uvette in acqua.
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete la pasta, lavoratela per 2 minuti poi stendetela con un mattarello infarinato, allo spessore di 1/2 cm, cercando di ottenere una forma a rettangolo.
Spalmate uniformemente il rettangolo di pasta con il ripieno disponetevi sopra le uvette strizzate. Arrotolate con le mani la pasta su se stessa per il lungo, formando un rotolo (questo passaggio è un pò critico!!). Saldate le estremità del rotolo facendo aderire la pasta.
Scaldate il forno a 180°, ungete una teglia e sistematevi il rotolo facendogli assumere la forma di una spirale. Lasciate un pò di spazio tra un giro e l'altro. Coprite la teglia con un telo e lasciatela riposare per almeno 30 minuti. Trascorso questo tempo, spennellate la superficie del dolce con del latte di riso o di soia, e cospargetela di zucchero di canna ( questo passaggio è facoltativo ma crea una bella crosticina croccante!). Infornate e cuocete per 35 minuti, finchè la superficie sarà ben dorata e gonfia. E' ottimo per le colazioni e le merende...ma in effetti io non ho resistito e ne ho assaggiato un pezzetto anche dopo cena! :P

4 commenti:

tippitappi ha detto...

brava brava e brava! Che ne dici di fare pubblicare un libro con le nostre/tue ricette? Sei molto precisa e le ricette sono da paura!!!!! non è male come idea...

Anonimo ha detto...

Sto cercando disperatamente di sostituire la gelatina nelle cheesecake e nelle creme con latte, panna e yogurt e difficilmente azzecco le esatte dosi di agar agar. Ho letto la ricetta della torta allo yogurt: hai usato agar agar in polvere o in fiocchi?
Grazie, Nico

dandyna ha detto...

buona!!!!! la faccio, anzi, la faccio adesso :) ho tutti gli ingredienti, tranne il marsala, dici che è indispensabile?

Magie Vegan ha detto...

@dandyna il marsala dà un saporino particolare, magari usa un altro liquore o del succo d'arancia!

@anonimo uso quello in polvere!