10 ottobre 2009

Pinza veneziana


Questo è un dolce tipico veneziano piuttosto antico, che viene preparato generalmente per le festività natalizie o posto natalizie, ovvero la befana! L'ho provata in loco e l'ho sempre trovata buonissima (la pinza xè un dolse rustego, ch’el stà piuttosto su’l stomego…ma tanto bon che mai) e non è la prima volta che tento di rifarla. Stavolta non è venuta male, forse l'ho cotta in una teglia troppo grande...se la provate con queste dosi scegliete una teglia piccola, sui 18 cm di diametro.

Ingredienti:
200 gr farina di mais fioretto
100 gr farina di grano tenero integrale
2 cucchiai di olio di mais
1/2 mela tagliata a dadini
4 fichi secchi tagliati a dadini
150 gr uvetta
1/2 bustina di cremor tartaro
pizzico di sale
succo di mela (o latte di riso, che è dolcino)
nocciole per decorare (facoltative)

Preparazione
Mescolate tutti gli ingredienti secchi in una ciotola. Aggiungete la frutta sia secca che fresca e amalgamatela alle farine, in questo modo evitiamo che si vada a depositare tutta sul fondo della teglia.
Aggiungiamo gli altri ingredienti e mescoliamo bene. E' necessario ottenere un composto liquido in quanto la farina gialla necessita di molta acqua per la cottura (contate che poi un pò evapora in forno) percui abbondate col liquido. Decorate la superficie con le nocciole.
Infornate a 150° per un'ora finchè sulla superficie non vedrete delle crepe.
E' un dolce con pochi zuccheri, è vero...ma è molto sostanzioso! Percui andateci piano! :)

5 commenti:

LaGolosastra ha detto...

UNA BOMBA!
Devo provarla, sai che non l'ho mai assaggiata?

yari ha detto...

Pur conoscendo bene Venezia e andandoci ogni anno, sai che non conoscevo assolutamente questo dolce? Grazie, da provare!

yari ha detto...

ps. ma l'hai veganizzato o è già vegan di suo?

Magie Vegan ha detto...

In effetti non è facile trovarla,non in tutte le pasticcerie si trova...io mi ricordo di averla presa vicino al campo della Maddalena...se ricapiti prova in zona! La versione originale è antica e prevede il burro e addirittura lo strutto...io quando l'ho presa ho chiesto e lo strutto non c'era, comunque solitamente espongno gli ingredienti!

Anonimo ha detto...

ragazzi questo è un dolce storico e si trova assolutamente ovunque in tutto il territorio Veneto nel periodo di Natale fino aea "vecia", la befana!ogni panetteria e pasticceria ce l'ha!