19 ottobre 2008

Crostata con crema alle castagne



E' iniziata ufficialmente la stagione delle castagne! Ne ho chili e chili in cucina quindi ormai le mangio in tutte le salse...e la cosa non mi dispiace affatto!! Per fare questa crostata mi sono ispirata a una ricetta che ho trovato sul libretto mensile dell'Esselunga...eheh!! Ovviamentre ho modificato qualche ingrediente a partire dalla pasta frolla, che ho fatto io seguendo un libro di dolce naturali che ho acquistato al SANA di Bologna!
E' davvero una crostata buona buona, se vi piacciono le castagne dovete provarla assolutamente! Spazio alla fantasia, la crema e la frolla possono essere modificate a proprio piacimento!!
Ma bando alle ciance...ecco la ricetta che ho provato io!!

Base per crostate al malto:

200 gr farina integrale
200 ml di acqua ghiacciata (io ho fatto metà acqua e metà latte di riso)
100 gr farina di riso integrale (opp semolato di grano duro)
1 limone bio
1 pizzico di sale
5 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di malto di riso

Preparazione:
Se non avete acqua gelida nel rubinetto di casa e neanche in frigo, prendete qualche cubetto di ghiaccio
mettetelo in una tazza con un pò d0acqua e attendete qualche minuto.
Disponete le farine a fontana sulla spianatoia. Versatevi al centro l'olio e strofinate delicatamente con le mani per incorporare gli ingredienti.
Otterrete una specie di sabbiolina.
Aggiungete il sale, il malto, la scorza grattuggiata del limone e continuate a impastare con la punta delle dita.
Attenzione a non dilungarvi troppo in queste operazioni, perchè rischiereste di scaldare gli ingredienti con il calore delle mani.
Versate l'acqua ghiacciata e accorpate il tutto con dei movimenti centripeti, come se doveste fare una palla di neve.
Potete aiutarvi usando anche la lama di un coltello o una spatola da pasticceria.

Infarinate un canovaccio pulito e mettetevi l'impasto, che dovrà riposare al fresco per un'ora almeno, prima di essere utilizzato.
Trascorso il tempo di riposo, stendete la pasta con il mattarello, nello spessore deisderato (non piu di 1cm).

Infornatela per 20 minuti a 180° ponendovi sopra dei fagioli secchi.

Crema alle castagne:
300 gr castagne
latte di riso q.b.
2 albicocche secche
1 manciata di uvette
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di malto di riso

Bollite e sbucciate 300 gr di castagne.
Mettetele in una pentola e copritele con del latte di riso. Poi aggiungete una manciata di uvette, due albicocche secche, 1 cucchiaio di malto e un pizzico di sale.
Fate bollire per circa 10 minuti poi frullate il tutto con un frullatore ad immersione. A piacimento potete sostituire il malto con una mela grattuggiata.
A questo punto deve risultare una crema morbida ed omogenea, senza grumi. Se cosi non fosse andate avanti con la cottura per altri 5 minuti mescolando sempre per evitare che si attacchi. Quando è pronta lasciatela raffreddare.

Fondete a bagnomaria 50 gr di cioccolato fondente.

Una volta tolta la torta dal forno e fatta raffreddare un pò, rivestitene la parte interna con il cioccolato fondente; poi mettetela in frigorifero per 10 minuti per dar modo al cioccolato di rapprendersi.




Quando anche il cioccolato si sarà rappreso, riempite la crostata con la crema di castagne, spolverate la superficie con dei pinoli (o se avete un marron glaces per la decorazione sarebbe ancora meglio!!)

Lasciatela riposare almeno 2 ore prima di mangiarla, piu aspetta e più diventa buona!!

19 commenti:

Giulia ha detto...

ommioddio sembra buonissima!! devo provarla assolutamente :) ciao e grazie per la ricetta!

mammafelice ha detto...

Sluuuurp!

Riccardo ha detto...

Buonissima..ve lo assicuro, provatela!! :P
E dire ke a me la crema di castagne non entusiasma..mah :D

Dolcetto ha detto...

Uau ma oltre ad essere bellissima dev'essere anche golosissima!!

Erbaviola ha detto...

... ma... ma.... svengo! domani mi metto al lavoro!!! la voglio anche io!!

Anice ha detto...

Mamma mia che bontà!
Grazie per aver pubblicato questa ricetta, la voglio provare assolutamente!

Anonimo ha detto...

adoro le castagneeee!!!!senti ma una ricettina per usare la farina di castagne invece?? magari per un dolce che non sia il castagnaccio/necci/frittelle che da brava toscana conosco bene :-)
grazie!!!
chia

Maya ha detto...

io per la crostata con crema di castagne impazzisco... ma voglio provare la tua frolla!
Baci

~Alisea~ ha detto...

Ciao Valeria :-), i miei complimenti non solo per questa ricetta, ma anche per le altre che dimostrano costantemente una spiccata ricerca di soluzioni intelligenti per ottenere pietanze creative e golose (penso soprattutto, da buona golosa ;-), ai tuoi invitanti dolci e agli espedienti trovati per ridurre l'apporto calorico).
Una domanda: le albicocche secche le essicchi in proprio, le compri in un negozio tradizionale, oppure online? Quelle (poche) che ho trovato nel Web costano davvero tanto in proporzione alla quantità... Grazie anticipate per l'eventuale risposta. :o)

Magie Vegan ha detto...

grazie a tutti per i complimenti :) la chicca di questa torta è la crema di castagne..che io faccio spesso in questa stagione perchè la adoro anche a colazione sulle gallette...maaaaamma che buona!!

@alisea:le albicocche secche costano parecchio...io le trovo al mercato oppure al naturasì però la provenienza non sempre è italiana...ovvio, se fossero nostrane sarebbe meglio ma non le consumo molto spesso quindi questa pecca ogni tanto ci può stare dai :)

veganswiss ha detto...

ciao , ho preparato la torta oggi...e stasera la mangiamo...sembra proprio deliziosa :-)

giulia.d ha detto...

Ciao! oggi pomeriggio, aiutata da mia madre, ho preparato questa torta e l'ho gustata a cena: è una delizia, dal sapore delicato, non troppo dolce, gustosa, alterna il sapore delle castagne e del cioccolato che fodera la frolla... una bontà. Questa ricetta ha reso la serata una meraviglia non solo per me, ma anche per tutto il resto della mia famiglia.
Grazie per averla proposta :-)

p.s.= una curiosità, qual è il ruolo del malto (o della mela grattugiata) nella crema di castagne? io ho seguito pedissequamente le tue indicazioni, però mi sfugge perchè l'hai messo nella crema, a che cosa serva specificamente. Grazie ancora. Un saluto

Magie Vegan ha detto...

@veganswiss: com'era la torta? =)

@giulia: mi fa molto piacere che la ricetta abbia allietato la vostra serata!! Dunque la funzione del malto è quella di dolcificare ovviamente, sostituisce lo zucchero. Io in genere tendo ad evitare anche il malto e dolcificare in modo completamente naturale...per questo la mela! Mettendola nella crema di castagne conferisce un ottimo sapore dolce e inoltre mele e castagne si sposano benissimo! =)

veganswiss ha detto...

la torta era buonissima :-) è piaciuta anche ai bimbi

un caro saluto.

marta

veganbel ha detto...

spero che tu l'abbia pubblicata su veganblog sarà buonissima!buon anno..

Anonimo ha detto...

ciao volevo chiederti se del latte di avena può andare bene lo stesso ho provato a farlo ma non mi piace molto x ché è troppo denso però non vorrei buttarlo:) se lo uso al posto di quello di riso in questa crostata secondo te può andare bene.? Grazie angela

Magie Vegan ha detto...

via libera al latte di avena!! ;-)

angela ha detto...

ciao.. 1 curiosità..ma i fagioli si possono riutilizzare? Grazie Angela

Magie Vegan ha detto...

@angela teoricamente non vanno riutilizzati perchè non hanno piu lo stesso effetto in quanto la cottura li ha ulteriormente essiccati. Io però ho provato a riutilizzarli, in effetti l'impasto si alza un pò di più ma insomma, mi sono accontentata senza problemi! ;)