8 aprile 2008

Girelle alla marmellata (a lievitazione naturale)


Era da Gennaio che volevo provare a farle...finalmente mi sono decisa! Avevo paura ke non mi riuscisse bene la lievitazione invece sono venute squisite!
Anche se non posto le ricette, provo spesso a panificare con la madre e ultimamente i risultati sono buoni!
Queste girelle sono deliziose anche se secondo me ci voleva la marmellata di arance...oppure una crema al cacao! Io ho usato marmellata alle fragole senza zucchero.

Ingredienti per una ventina di girelle:
100 gr farina integrale
50 gr farina setacciata (o tipo 2)
30 gr olio di mais
4 albicocche secche
150 gr pasta madre
150 ml latte di riso o altro latte di cereali
pizzico di sale
buccia di un limone bio

Mettete le albicocche a mollo nel latte caldo e fatele rinvenire, poi frullate tutto.
Unite gli ingredienti secchi e poi quelli liquidi amalgamandoli bene fino a formare un impasto morbido e omogeneo che lavorerete per almeno 10-15 minuti.
Inumidite uno straccio e ponetelo sopra l'impasto mettendolo a lievitare in un luogo tiepido (30° circa) per 1 ora. Successivamente rompete la lievitazione e stendete la pasta abbastanza sottile (0,5 mm). Distribuite la marmellate e arrotolate la pasta.
Tagliate con un coltello affilato le girelle, mettetele su una teglia con carta da forno e lasciatele lievitare per altre 3 ore. Cuocete poi in forno a 180° per 15-20 minuti.
BUOOONE!
Se preferite potete anche cambiare forma all'impasto facendo dei fagottini o delle brioscine! Ottime soprattutto per i bambini come alternativa a merendine e biscotti industriali.

17 commenti:

Vera ha detto...

Queste me le preparo!

Claud ha detto...

Hanno davvero un gran bell'aspetto!

Anonimo ha detto...

Sei la migliore nella realizzazione di dolci leggeri, naturali ed equilibrati, impresa davvero ardua per una come me che ha sempre pasticciato volentieri con ricette di dolci(per cui ho una innata passione!), ma fallito miseramente nel rielaborare le ricette tradizionali in versione leggera....
Queste girelle sono davvero invitanti, le proverò, inizialmente con una pasta lievitata già fatta, ma le albicocche secche vanno nell'impasto o nel ripieno?

Anonimo ha detto...

Ciao cara Ery, avevo lasciato un commento sul post del pane dei morti che hai pubblicato tempo fa' per avere la ricetta del budino di castagne e mele che mi ispira ancora di più perchè ho una passione per i dolci al cucchiaio.
Pensi di riuscire a postarlo a breve?GRAZIE!!!

Magie Vegan ha detto...

Caspita ci sono due commenti anonimi e non so come distinguervi! :-)
Andrò in ordine:
Le albicocche secche si rivelano favolose per dolcificare naturalmente gli impasti e quindi sostituire lo zucchero o anche miele e malto. Sono molto dolci, mettendone 4 a bagno nel latte di riso caldo e poi frullando il tutto si ottiene una sorta di frullato molto dolce che va benissimo anche per dolcificare torte e biscotti!

Hai ragione, il budino di mele e castagne non l'ho più postato! E' comunque molto semplice da realizzare:
500 ml di succo di mela limpido
1/2 mela grattuggiata o ridotta in polpa
10 castagne già cotte
3 cucchiai di farina di castagne
2 cucchiaini di agar-agar
un pizzico di sale

Porta a bollore il succo di mela con un pizzico di sale poi aggiungici la mela grattuggiata, le castagne a pezzi e la farina a pioggia mescolando per non creare grumi. Fai andare per 10 minuti poi aggiungi anche l'agar-agar e fai andare a fuoco medio-basso per altri 5 minuti. Se vuoi puoi anche aggiungerci uvette o altra frutta per arricchire il tutto.
Quando il composto si sarà un pò addensato mettilo in coppette o in un recipiente grande per fare un unico budino.
Tieni il tutto il frigorifero per almeno 4 o 5 ore finchè non sarà solidificato! ;-)

Anonimo ha detto...

Grazie per la ricetta del budino che proverò sicuramente nei prossimi giorni perchè adoro le castagne e ne devo approfittare finchè ne ho ancora un sacchetto avanzato da questo inverno...ti ringrazio anche del chiarimento delle albicocche: l'anonimo sono sempre io.
Comunque mi chiamo Valentina e nei prossimi messaggi mi farò riconoscere. Complimenti ancora per il tuo gustosissimo blog!

veganswiss ha detto...

ma che belle...ora che sono Pasta madre dipendente (da circa 1 mese) le proverò di sicuro...fino adesso ho preparato solo crakers e grissini e oggi per la prima volta una focaccia che devo ancora assaggiare.

un caro saluto.

marta

Arame ha detto...

sigh! Ho finito la pasta madre qualche settimana fa. Non l'ho riprodotta perchè mi ero un po' stufata di panificare obbligatoriamente ogni 5 giorni. Non stavo dietro a mangiare il pane!
Quindi mi sa che mi devo attrezzare con il lievito secco, meno naturale, ma più saltuario!
Questo per dire: farò sicuramente qualcosa del genere mooolto presto! Slurp!

Magie Vegan ha detto...

@arame: è vero, dopo un pò può diventare noioso dover stare dietro alla madre, ma io non panifico ogni 5 giorni! Generalmente panifico un paio di volte al mese, per il resto mi limito a rinfrescare la pasta e se me ne rimane troppa aggiungo un pò di farina integrale e faccio degli ottimi chapati che riempio con fagioli e verdure...una delizia! ;)
Comunque ho visto al Naturasì un buon lievito secco costituito esclusivamente da saccaromiceti e niente altro!

giu&cat ha detto...

Appena ho visto la fotografie di queste splendide girelle ho detto: le faccio!! Peccato per la pasta madre che non credo di essere in grado di trovare e di "accudire" :( Cat

Dolcetto ha detto...

Ma sei stata bravissima!!! E sono uscite una vera delizia!!!
Buon w.e.!

Claud ha detto...

Le ho fatte!!
Grazie davvero: mi sono venute (a dire il vero devo averle fatte più grosse delle tue, perché me ne sono venute dieci...!)
claud

veganswiss ha detto...

fatti, provati e buoniiiii anche con una PM non ancora tanto arzilla (circa 1 mese)...

slurp...

;-)

veganswiss ha detto...

e anche quest'anno le ho rifatte e son sempre buone!! con la marmellata di albicocche sono super!!! ora mi piacerebbe provare a farli vuoti tipo brioches...

Magie Vegan ha detto...

Son proprio contenta veganswiss! Queste girelle sono un cavallo di battaglia! Le ho provate anche a forma di croissant e vengono squisite percui ti consiglio di provare! Ma sei riuscita a far vivere la pasta madre per tutto l'anno?! La mia, ahimè, è andata...non ho mai tempo per rinfrescarla o fare pane...ora ne ho una fresca fresca, vediamo quanto riesco a farla sopravvivere...purtroppo il tempo manca sempre!

veganswiss ha detto...

ciao, no la mia pasta madre non è quella dell'anno scorso...l'ho rifatta e ora ha quasi due mesi :-) ho provato a fare i croissant ma sono usciti un po' "gnucchi" ma comunque buoooooooni :-)

Ho Veg ha detto...

Belle son invitantissime!mi hanno regalato la pasta madre da poco e sono in giro a guardare tutti i tipi di ricette che non vedo l'ora di provare! Bella anche la focaccia ripiena piú in alto!